Primavera in fiore – erbe di campo commestibili

erbe di campo commestibili

Come possono aiutarci le piante nel nostro percorso verso il benessere? Quali proprietà nascondono le numerose erbe di campo commestibili che contornano le nostre passeggiate primaverili? Scopriamo insieme questo affascinante mondo vegetale e le piante che possiamo utilizzare nella cura del nostro benessere.

Le piante, alleate della salute

Nella visione olistica della salute l’individuo è considerato come parte di tutto. Nel suo piccolo è un insieme di corpo, mente e spirito, ma in una visione allargata è parte di quell’Universo dove tutti gli oggetti naturali sono molto più di una semplice raccolta di elementi o parti, formando una rete di connessioni sottili che possiamo definire la totalità.

Nella filosofia olistica del benessere le piante, ovviamente, non fanno eccezione. Sono parte integrante di quel “tutto” che forma il mondo che conosciamo. Oltre a sostenerci con la loro immensa ricchezza, sia in cucina che in medicina, imparare a conoscere ed apprezzare le piante ci consente a cogliere i preziosi messaggi che racchiudono. Perché ogni fiore ha anche qualcosa da insegnarci.

Impara dalle piante, sentiti parte del tutto!

Per nutrire il tuo benessere, ogni volta che ne hai l’opportunità, esci a fare una passeggiata nella natura. Naviga tra colori e odori, osserva il pullulare della vita intorno a te, stupisciti di fronte a tanta meraviglia! Sentiti fortunato di far parte di tanta bellezza.

Avvicinati ai fiorellini appena accennati, minuscoli ma perfetti nelle loro forme armoniche, nella geometria sacra racchiusa tra i petali. Osserva con stupore e rispetto ogni forma di vita, lascia andare i pensieri, e scoprirai un forte potere terapeutico.

Dove e come raccogliere le erbe di campo commestibili?

Se decidi di raccogliere le erbette di campo, scegli sempre luoghi incontaminati, lontani dalle strade e dai campi coltivati, spesso trattati con pesticidi. Adentriati nei boschi, nelle stradine sterrate delle campagne, cercha prati puliti dove le piante selvatiche crescono sane e rigogliose.

Fare la raccolta delle erbe di campo è un attività sana, da incentivare e coltivare. Le uniche raccomandazioni che dovrai seguire sono le seguenti:

  • Raccogli solo quelle piante che riconosci con assoluta certezza. Ricorda sempre che alcune piante commestibili somigliano ad altre che sono invece tossiche. Dunque, se non sei più che sicuro nel riconoscimento della pianta, non tocarla e non raccolgierla!
  • Non esagerare nella raccolta. La biodiversità va sempre preservata, quindi per evitare di privare il territorio della sua ricchezza assicurati di raccogliere la pianta laddove ce ne in abbondanza e di lasciarne sempre una parte intatta nella natura. Solo così potremmo garantire la sua riproduzione nonchè la disponibilità per le api e per le numerose specie di insetti che ne beneficiano.
  • Tratta la pianta che raccogli con gentilezza e rispetto, ringraziala per donarti tanta bontà e per sostenere la tua salute!

Il campo in primavera

Innutile dire che la primavera è il periodo dell’anno in cui le erbe di campo commestibili che si possono raccogliere sono davvero tante. Per nominare solo alcune, più frequenti e facilmente riconoscibili, sui prati primaverili potrai trovare tarassaco, malva, ortica, margherita, borragine, fumaria, trifoglio, cicoria selvatica, luppolo, radicchio selvatico

Antica saggezza e scienza moderna

Le piante sono da sempre state un alleato prezioso nella cura della nostra salute. Oggi possiamo beneficiare di una conoscenza delle piante a 360° che attinge a importanti esperienze nell’utilizzo delle piante da parte delle diverse civiltà antiche e alla conoscenza che possiamo avere grazie al progresso della scienza.

Viste così, come un insieme di proprietà benefiche ma anche come contenitori di saggezza ancestrale, le piante possono sostenerci nei momenti di difficoltà e aiutarci a ritrovare il benessere psico-biologico.

La farmacologia moderna ha saputo estrarre dalle piante i diversi principi attivi e fare i medicinali utilizzati per trattare numerose patologie. Il progresso della scienza ha permesso di curare tante malattie e di salvare vite umane. E’ questo il compito della medicina e della classe medica.

La naturopatia, che non si occupa di curare le malattie ma di mantenere o ripristinare la salute, suggerisce sempre l’utilizzo della pianta nella sua interezza, capace in questa maniera di farci ritrovare quell’equilibrio e quella visione dell’insieme spesso dimenticato.

In questo ambito della cura del benessere possiamo utilizzare le piante sotto forma di infusi o decotti, tinture madri, macerati glicolici, oleoliti, oli essenziali, sciroppi…

Erbe di campo in cucina

Le erbe di campo commestibili sono anche un prezioso alleato in cucina! A seconda della pianta, possiamo raccogliere le foglie, i fiori o le radici. Possiamo consumarle crude in insalata o cotte, bollite o saltate in padella, o come ingrediente di minestre, frittate, risotti e pasta ripiena. I fiori possono essere messi anche sott’aceto, come boccioli dei capperi, margherite o tarassaco. Raccogliendo le erbe di campo, con tanta fantasia, un po di impegno e poca spesa potrai portare sulla tua tavola deliziose e sane ricette preparate con ingredienti semplici e genuini.

Ritornare al consumo di erbe spontanee significa non solo ristabilire il contatto con la natura e avvicinarsi ad un’alimentazione sana e consapevole ma anche riallacciare il legame con la storia dell’uomo che per millenni ha basato il proprio sostentamento sulla raccolta nel regno vegetale.

Se desideri scoprire le piante utili per sostenere il tuo benessere e iniziare un percorso personalizzato di cura della tua salute psico-biologica prenota una consulenza naturopatica. Sarò lieta di accompagnarti in questo affascinante viaggio!

Articoli consigliati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *